14 dicembre 2010

The Wave to Silicon Valley

Uno dei difetti del nostro paese e' dimenticarci le storie di successo. Anzi, non parlarne per niente.

La prima volta che sono andato a Brescia a incontrare Massimo Sgrelli di Wave Group non sapevo nemmeno chi fosse Wave. E' vero, vivo lontano, pero' una azienda di informatica Italiana con piu' di mille dipendenti e' dura da ignorare. Soprattutto se e' partita da quattro soci ed e' cresciuta cosi' in fretta. Una storia di grandissimo successo, di cui tutti dovremmo andare fieri.

Di sicuro non per merito mio, Massimo ha deciso di fare il salto in Silicon Valley. La sua idea e' di catturare i bisogni della Silicon Valley quanto a sviluppo software, e portarli in Italia. Qui si fa fatica a trovare software designers, c'e' la guerra dei talenti. E noi di talenti ne abbiamo da vendere. Prendere lavoro qui e portarlo in Italia, la ricetta e' semplice. Per quanto potro', saro' qui ad aiutarlo, su questo ci potete scommettere.

Qui sotto un video che viene da Italiani di Frontiera, il sito del mitico Roberto Bonzio. Da vedere.

Nessun commento:

Posta un commento