6 novembre 2010

Giovani Talenti

Quando Sergio Nava di Radio 24 mi ha chiamato chiedendomi di partecipare a una puntata di "Giovani Talenti", ho pensato "solita storia, in Silicon Valley sono un imprenditore anziano (fra poco compio quarant'anni!!), mentre in Italia mi considerano ancora un giovane imprenditore". E invece no. La puntata parla di Augusto Marietti e di Mashape, giovani davvero. Io partecipo da anziano, per dare il mio contributo di saggezza (magari....).

In ogni caso, ne e' venuta fuori una puntata interessante che vi linko qui sotto. Io sono un grande fan di Mashape, e sono convinto che Augusto e C. faranno successo, in un modo o nell'altro (di tempo ne hanno ;-) Siamo pero' diversi nell'approccio: Augusto dice "scappate dall'Italia", io dico "mandate qui il CEO, ma i cervelli lasciateli in Italia".

Strano. Di solito chi invecchia si inacidisce. Invece in Italia in acido sono i ragazzi giovani. Bisogna crederci un po' di piu' nel nostro bel paese. Le risorse sono fantastiche. Se non ci credono i ragazzi giovani andiamo male. Un po' di ottimismo e ce la facciamo, forza!!

3 commenti:

  1. "Di solito chi invecchia si inacidisce. Invece in Italia in acido sono i ragazzi giovani."

    ... negli ultimi anni si tende sempre più ad associare la giovinezza e la brillantezza delle menti secondo un criterio puramente anagrafico ... esistono pero' molte eccezioni per cui menti brillanti restano tali anche con il passare degli anni, anzi con la maggiore esperienza possono produrre idee più innovative di molti giovani.

    RispondiElimina
  2. "Scappare dall'Italia" può essere anche espressione di un desiderio di avventura e bisogno di conquiste personali!

    Chi la vive giorno dopo giorno l'Italia, calpestando le sue strade, vivendo i suoi palazzi, incontrando la sua gente invece sa che le capacità, l'inventiva, l'impegno sono guardate con sospetto ...quando sono guardate!

    Per sentirsi "premiati", come sarebbe giusto che sia, un ragazzo (specie se giovane, dinamico e libero di muoversi per il mondo) sente di doverne balzare fuori! :)

    Chiamandomi fuori dalla solita dicotomia giovani/adulti penso semplicemente che l'intelligenza vivace, attiva o ce l'hai o non ce l'hai.
    E' anche vero che l'intelligenza creativa non è tutto ...serve pure la capacità di non dire mai "è finita" perché il successo a volte arriva alla fermata successiva a quella dove hai deciso di scendere (sfiduciato). Auguri di buone feste Fabrizio a te e famiglia! Anche al nostro Anonimo! ;D

    RispondiElimina
  3. E buone feste anche a voi!

    fabrizio

    RispondiElimina