11 maggio 2010

La lezione di Bardi

Se seguite questo sito, conoscete la mia venerazione per Andrea Pontremoli, Amministratore Delegato di Dallara. Lo scorso autunno ho portato tutti i componenti del mio board (Venture Capitalist Americani) a Bardi, a fargli conoscere Andrea e l'eccellenza italiana. E la creativita', che consente ad Andrea di creare il connubio perfetto tra globalizzazione, tecnologia e qualita' della vita. Se avessimo 1,000 Andrea Pontremoli, il nostro paese sarebbe all'avanguardia mondiale. Per ora ce ne facciamo bastare uno, sperando che tanti si ispirino a lui. L'unicita' di cui parla non significa che lui sia unico. L'idea e' geniale, ma e' replicabile. Dove nascera' la prossima Bardi?



http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=reality&video=39081

2 commenti:

  1. Sul "Caso Bardi" bisognerebbe proporre alla Fondazione Symbola per la Qualità Italiana (http://www.symbola.net/home) di farci uno studio e di riproporlo come best practice per i centinaia di borghi italiani.

    A proposito, sempre in linea con il caso bardi (utilizzare la banda larga come veicolo di sviluppo di un territorio) segnalo il libro Venzia 2.0: http://www.marsilioeditori.it/catalogo/libro/3179952-ve-20%C2%A0

    RispondiElimina
  2. Dimenticavo: al fine di attrarre laureati nelle valli del Cadore (BL) è stato lanciato un progetto che ha un approccio un po' diverso rispetto a quello di Bardi, ma è altrettanto interessante.

    Qui un servizio televisivo:

    http://vimeo.com/9209844

    Qui il sito:

    http://www.multiphysicslab.com/

    RispondiElimina