9 settembre 2009

Il sogno e la passione

In Italia non si sentono mai raccontare le storie dei self-made man, gente come Obama che parte dal niente e diventa Presidente. Da noi sono molto piu' interessanti i nobili, e i figli dei ricchi. Non gli "arricchiti". Gli arricchiti sono brutti, hanno inseguito il vile denaro, che schifo.

E invece chi parte da sotto e arriva in cima per me e' un mito. Chi e' imprenditore di prima generazione e ci arriva senza il papi e le raccomandazioni, e' un grande. E' qualcuno che ha inseguito un sogno, che ci ha messo della passione, che l'ha trasferita agli altri.

Dovremmo celebrarli. E tanto. Sono i modelli da inseguire, da replicare, da osannare. I modelli a cui i giovani dovrebbero ispirarsi, perche' ci si possono riconoscere. Modelli da imitare. E invece non ne parliamo mai. Parliamo di quelli che nascono ricchi... E come si imita uno che e' nato ricco se si e' nati poveri?

Per me Andrea Pontremoli e' un mito. L'ho conosciuto da poco, ma la sua storia andrebbe raccontata mille volte, a tutti i ragazzi italiani. E la farei raccontare a lui, perche' di gente cosi' brava a storytelling, a creare un sogno e buttarci dentro tutta la passione ce ne abbiamo bisogno.




9 commenti:

  1. eccezionale!!!
    gente come lui dovrebbe andare nelle scuole (licei e università) a trasmettere queste esperienze e questa passione...

    RispondiElimina
  2. Eccezionale!!! Provo un profondo senso di ammirazione verso persone come lui!

    RispondiElimina
  3. Pensavo fosse uno dei soliti video banali e inutili invece è fantastico ha detto delle cose bellissime. L'ho guardato tutto con molto interesse.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  4. Ciao Marco,
    i video in cui ci sono io che parlo sono banali e inutili... Andrea e' un mito :-)

    fabrizio

    RispondiElimina
  5. Molto profondo, interessante !

    RispondiElimina